Il Ponte

Sciroppo di Teatro, l’emozionante ‘medicina’ di Cattolica

by

Lo “Sciroppo di Teatro” prescritto a Cattolica. Per emozionarsi con una eccezionale medicina.
Bambine e bambini a teatro con la ricetta del pediatra: è questa la sperimentazione al via in 22 Comuni dell’Emilia Romagna, tra cui il Teatro della Regina di Cattolica, grazie al progetto “Sciroppo di teatro. Un progetto per bambine, bambini e famiglie” di ATER Fondazione. Il meccanismo è semplice: i pediatri e le farmacie che espongono la locandina “Sciroppo di teatro”, possono fornire direttamente ai bambini e alle bambine dai 3 agli 8 anni lo “sciroppo di teatro”, “medicina eccezionale per potersi emozionare”. Lo sciroppo è in realtà un libretto, impreziosito dalle illustrazioni di Matteo Pagani, nel quale è inserito anche un bugiardino che contiene le indicazioni per la somministrazione e l’assunzione di questa straordinaria medicina. Nel libretto ci sono 3 ricette, ognuna delle quali corrisponde ad un biglietto, al prezzo di 2 euro, per ogni bambino e bambina e per ciascun accompagnatore, che potranno  assistere in questo modo alla stagione di 3 spettacoli di Teatro per le famiglie.
Nato da un’idea iniziale di Silvano Antonelli, il progetto ha preso corpo in Emilia-Romagna attraverso un lavoro di ATER Fondazione che ha costruito una rete di collaborazione tra gli Assessorati regionali alla Cultura, Sanità e Welfare, i Comuni Soci, le organizzazioni sindacali dei pediatri FIMP e CIPe, le loro associazioni scientifiche ACP e SIP e le farmacie aderenti FederFarma e AssoFarm. L’obiettivo è quello di creare un’alleanza inedita e di sistema capace di generare cambiamenti significativi sul piano della salute e del benessere delle famiglie, ai quali il teatro può dare un contributo significativo.
Il report delle Nazioni Unite sull’impatto del Covid-19 sui bambini usa parole chiarissime: “non sono i più colpiti da questa pandemia, ma rischiano di essere le sue più grandi vittime.” Numerose ricerche hanno dimostrato un significativo peggioramento della salute mentale dei bambini e dei loro genitori durante l’epidemia. Il Teatro può essere una cura, perché lo sciroppo di teatro “è una vera meraviglia, cura tutta la famiglia”. E questa volta lo dicono i dottori e i farmacisti!
Cattolica la stagione di “Sciroppo di teatro” andrà in scena tra il Teatro della Regina e il Salone Snaporaz (info e prenotazioni: 0541-966778 – info@teatrodellaregina.it), e si aprirà domenica 23 gennaio alle ore 16.30 al Teatro della Regina con lo spettacolo Controvento. Storia di aria, nuvole e bolle di sapone, di e con Michele Cafaggi.
Dedicato a tutti i sognatori che non hanno mai lasciato nulla di intentato, Controvento è lo spettacolo di Michele Cafaggi, che si confronta questa volta con un grande oggetto di scena evocatore di avventure e grandi storie. Lo straordinario equilibrio tra magia, clownerie, bolle di sapone e arti circensi si fondono, ancora una volta, per dare vita a spettacoli di raffinato divertimento.
Sul palco c’è un bellissimo biplano e un aviatore, che dopo un breve discorso partirà per una grande avventura. Tra lo scetticismo di alcuni e l’entusiasmo di altri il nostro eroe si alzerà presto in volo e accompagnerà il pubblico in mondi sconosciuti, meravigliosi e lontani, forse troppo lontani, tra raffiche di vento, morbide nuvole e gigantesche bolle di sapone. Un moderno Icaro, spaventato e coraggioso, spericolato e pasticcione, ma determinato a realizzare i suoi propositi a costo di dover sacrificare le cose a lui più care.
Lo spettacolo, per la regia di Ted Luminarc e con le musiche originali di Marco Castelli, è senza parole con clownerie e bolle di sapone e dura 50 minuti.
Il prossimo appuntamento di “Sciroppo di teatro” è il 20 febbraio con L’elefantino di La Baracca Testoni Ragazzi alle ore 16.30 al Salone Snaporaz. Che succede se mentre fai il bucato i calzini si animano ed iniziano a raccontarti la storia di un elefantino?
Seguirà il 20 marzo, sempre al Salone Snaporaz (ore 16.30), Il gatto con gli stivali di Accademia Perduta Romagna Teatri. Tra piccole e grandi magie si alternano sulla scena il gatto e gli altri personaggi della storia, in uno spettacolo dove gli oggetti di scena sono protagonisti insieme agli attori – narratori.

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Pubblicazione dei Contributi Pubblici

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!