Il Ponte

Rimini, lunedì 22 maggio festa di Santa Rita

by

Lunedì 22 maggio, Festa di Santa Rita da Cascia a Rimini.
Alla Chiesa di Santa Rita in piazza Gramsci di Rimini si festeggia tradizionalmente la “santa delle rose”. Orario s. Messe: ore 7, 9, 11, 16 e 18. Confessioni: nel chiostro adiacente alla chiesa (possibilità di confessioni con più sacerdoti).
Benedizione delle rose (che dovranno essere procurate dai fedeli) e delle auto: subito prima e subito dopo ogni messa.
Possibilità di prenotare sante messe: saranno celebrate durante l’anno nella chiesa di Santa Rita o dai sacerdoti della Casa del Clero.
La Chiesa di Santa Rita a Rimini rimarrà aperta fino alle 19.30.
Un po’ di storia
1370-1447: è un periodo difficile per la Chiesa e per la società, per le divisioni, la confusione, i disordini.
Rita ha vissuto in modo cristianamente esemplare, modello in modo particolare per le donne: come figlia, sposa, madre, vedova e religiosa.
Due segni caratteristici della iconografia di Santa Rita
1. La spina che, come un raggio di luce, si stacca dalla corona di spine del Crocifisso e le crea una ferita in fronte (dopo la predicazione del Venerdì Santo 1432 di Fra’ Giacomo della Manca, ascoltata da Lei intensamente);
2. Le rose. Nel 1443 Rita si ammala gravemente. Ad una parente che le fa visita, chiede una rosa e due fichi. Pur essendo in pieno inverno, la parente sorprendentemente trova la rosa e i fichi nell’orto di Rita a Roccaporena.
“Potremmo unire e leggere in modo spirituale i due segni: – spiega don Luigi Ricci – nel Crocifisso contempliamo l’amore di Gesù per noi. Siamo poi mandati a donare il ‘profumo della carità’ ai fratelli nelle situazioni della vita quotidiana”.
Per una maggiore conoscenza di santa Rita, https://www.editriceshalom.it/prodotti.php, tanti libri sulla vita, la spiritualità e la devozione della santa.

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Pubblicazione dei Contributi Pubblici

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!