Il Ponte

Il “patacchismo” di Bisio premiato da Paolo Cevoli

by
Quanto a “sburonaggine”, “patacchismo” e “ignorantezza”, Claudio Bisio non ha nulla da invidiare ai Romagnoli più veraci.
Era quindi solo una questione di tempo la consegna allo storico conduttore di Zelig, da parte dell’amico e collega, il comici riccionese Paolo Cevoli, del riconoscimento – attestato di romagnolità” – che quest’ultimo ha creato nel 2020, nell’ambito dell’omonima web series (“Romagnoli DOP”) promossa da Apt Servizi Emilia-Romagna, proprio per premiare i tutti i personaggi italiani, famosi e non, che nel loro quotidiano incarnano al meglio lo spirito e l’animo della Romagna e dei suoi abitanti.
E l’occasione l’ha offerta la registrazione, al Teatro degli Arcimboldi di Milano, per i 25 anni di “Zelig”, il seguitissimo show televisivo, che va in onda giovedì 2 dicembre (21.40, Canale 5) e vedrà tra gli altri salire sul palco anche il simpatico assessore alle “attività varie ed eventuali” Palmiro Cangini, tra i più amati alter ego di Cevoli. Sempre il 2 dicembre, circa un’ora prima (20.45) andrà online, sui canali social del comico riccionese(Facebook:  www.facebook.com/paolo.cevoli,Youtube  www.youtube.com/channel/UC_yWSMumIu4jnhUGlO-aYGQ, Instagram:  www.instagram.com/paolocevoli) il video della consegna a Bisio del “Romagnolo DOP”, una ceramica faentina raffigurante la tipica “arzdòra”, caposaldo della cultura e identità romagnole.
Come afferma sempre Cevoli: «Essere Romagnoli DOP è uno stato dell’animo oltre ad una connotazione territoriale. Ricordiamo che la Denominazione di Origine Protetta dei romagnoli ha tre grandi caratteristiche: ignorantezza, patacchismo e sburonaggine».
Prima di Bisio, ha ricevuto l’attestato di romagnolità anche Michelle Hunziker, da sempre grande fan della Riviera Romagnola. La showgirl e conduttrice televisiva più di una volta ha dedicato post alle bellezze turistiche della Romagna sui suoi seguitissimi canali social.

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Pubblicazione dei Contributi Pubblici

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!