Il Ponte

Emergenza educativa

by

Di educazione si parlerà molto quest’anno. A Roma i vescovi la indicano come la priorità attorno a cui costruire il prossimo decennio. Il Progetto culturale della Chiesa italiana, in un Rapporto appena pubblicato da Laterza, avverte che “abbiamo bisogno di educazione non tanto per essere buoni cittadini o buoni cattolici, ma semplicemente per essere uomini”.
Non è questione di saperi o di tecniche. Non si riassume in un elenco di regole fini a se stesse. Non è funzionale a generare consenso e docilità. Vive del quotidiano, è un cammino feriale, è l’aria che si respira, è fiducia – che non significa indulgenza – nelle nuove generazioni: fiducia appassionata, lucida e critica sulle possibilità e sugli stili di vita che il contesto sociale prospetta.
L’educazione plasma il modo di stare al mondo, di interpretarsi e di interpretare. Ha sete di adulti che accettano di essere tali, nonostante i problemi irrisolti che tutti ci portiamo dentro e che rimangono motivo di inquietudine, quando non di disorientamento.
Adulti la cui stabilità è legata alla memoria, incisa dall’esperienza, da storie di vita, da incontri, affetti ed appartenenze a un territorio e ad una comunità.
Adulti disposti a coinvolgersi con le generazioni di domani, a raccontarsi in sincerità e pazienza, a cercare le forme per poter condividere con rispetto e discrezione orizzonti di senso.
Adulti coscienti che prendere per mano non deve significare possedere, ma aiutare l’altro a realizzare la sua umanità e il suo destino, ad essere consapevole, autonomo e libero: non più bello, ma meno vuoto, perché meno dipendente dai mille condizionamenti e più sensibile al tempo e agli uomini con cui vive.
Da sempre il Ponte è attento a queste problematiche, ma quello che è l’impegno di tutta la Chiesa italiana è ancor prima il nostro impegno di educatori, genitori, insegnanti, giornalisti, ogni giorno a contatto con i giovani, le loro difficoltà, le loro speranze. Ai lettori chiediamo una partecipazione attiva e da protagonisti in questa riflessione. Siamo certi che non mancherà.

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Pubblicazione dei Contributi Pubblici

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!