Il Ponte

Tempo da ansia

by

Nessun pistolotto contro la modernità, sia chiaro. Anch’io sono di quelli che guarda di continuo i siti di previsioni per sapere con che mezzo uscire per andare al lavoro o quando ritirare lo stendino dal terrazzo.

Ma, essendo cresciuto a mezza via tra il mare e la campagna, prima dell’avvento del meteo moderno ho fatto in tempo a intercettare la saggezza contadina o dei lupi di mare che ti sapevano dire se c’era aria da neve o vento da burrasca in arrivo. Poi l’orario preciso e l’entità magari non li sapevi ma ci si adeguava lo stesso.

Oggi invece appena viene emessa una allerta neve si pretende di conoscere orario di inizio e fine, quantità di centimetri e se basterà uno scarponcino o ci vorrà lo stivaletto. Con notizie e post condivisi in quantità industriale sui social network già il giorno precedente.

E ho l’impressione che il meteo sia sempre più schizofrenico anche per una sorta di ansia da prestazione: se l’evento atmosferico arriva un po’ prima o un po’ dopo, se è un po’ di più o un po’ di meno delle previsioni, apriti cielo e giù il doppio dei post del giorno prima.

Sento spesso parlare di meteopatia, ma non è che a forza di dargli addosso, il meteo ci è diventato umanopatico?

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Pubblicazione dei Contributi Pubblici

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!