Il Ponte

L’emozione della magia

by

Onward, ovvero “in avanti”. Guardiamo sempre avanti, pensiamo al momento in cui si potrà tornare alla normalità terminata l’emergenza sanitaria e guardiamo a quando ritornerà nelle sale questo film d’animazione Pixar, atteso in Italia il 5 marzo e rinviato a data da destinarsi come tante altre pellicole.

In regia Dan Scanlon, già autore di Monster University per una storia che parte da un mondo dove la magia non è più utilizzata perché considerata obsoleta e difficile da controllare. La tecnologia ha preso il posto delle arti magiche: in questo stato di cose vivono i due fratelli elfi Ian e Barley Lightfoot, caratteri estremamente diversi, toccati dalla prematura scomparsa del padre per via di una malattia.

Mamma ha ora un nuovo fidanzato che non va molto a genio ai due e al sedicesimo compleanno di Ian questi riceve un bastone magico, una gemma ed una lettera con un incantesimo per far tornare in vita il padre solo per un giorno. La magia però funziona solo a metà e per i due fratelli ha inizio un’avventura imprevedibile per poter ritrovare, anche se brevemente, il padre scomparso.

In America il film ha esordito con dati al botteghino inferiori alle aspettative, per poi salire in vetta al box office.

Per quanto riguarda il doppiaggio, le voci dei due protagonisti sono affidate a Tom Holland e Chris Pratt, mentre nella versione italiana le voci più note sono quelle di Sabrina Ferilli, Fabio Volo (che aveva già doppiato Po nella serie di Kung Fu Panda) e Raul Cremona.

In America è già prevista la visione del film sul nuovo canale Disney +, vista la chiusura delle sale ma noi vogliamo essere ottimisti e sperare che il film in Italia possa riapparire nel buio di una sala, con tutti gli occhi puntati verso il grande schermo.

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Pubblicazione dei Contributi Pubblici

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!