Il Ponte

I Crabs vanno a Cassino per la salvezza matematica

by

Salvi. O quasi. Alla presenza di poco meno di mille spettatori (record assoluto per questa stagione), nella partita forse più importante del campionato, i Crabs sfoderano una super prestazione, dominando dal primo all’ultimo minuto, Fondi. Del resto basta dare un’occhiata alle statistiche per rendersene conto: i Granchi sono stati davanti per trentanove minuti, volando a +14 dopo i primi dieci giri di lancette, per raggiungere anche i +30, per poi concludere sul +27, 89-62. La valutazione complessiva è stata di 96, più del doppio di quella degli avversari, 43. I riminesi sono stati più bravi nei tiri da 2 (52% contro il 38%) e da 3 (41%-28%), così pure nei liberi (74%-69%), nei rimbalzi (41-28) e negli assist (21-11), per non parlare delle palle perse (14-15) e quelle recuperate (7-1) e anche nelle stoppate (5-2). Un dominio, insomma, che i vari Chiera (eccellente), Tassinari (super), Cercolani e Hadzic (ottimi), hanno provveduto a costruire con una continuità fuori dal normale. Pensare che dopo la sosta si temeva il peggio, ma già fin dalle prime battute (di solito le più difficili) si è capito che non c’era storia. I Crabs hanno sempre spinto e il malcapitato Fondi ne ha fatto le spese. Ora la classifica, a quattro giornate dal termine, vede i Crabs (12 punti) con trequarti di salvezza in tasca. Cagliari, infatti, ultimo con 8 punti, deve incontrare ancora Montegranaro, che battendo Palestrina l’ha raggiunta in vetta in compagnia di Rieti, Fondi (10) e Stella Azzurra (10) in quelli che saranno scontri da dentro o fuori. I Crabs, invece, potrebbero già chiudere i conti sabato pomeriggio sul parquet di Cassino.

Pier Luigi Celli

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!