Il Ponte

Rimini, chiesto il rinvio delle prime due partite

by

Il dado è tratto. Rimini, Cattolica Sg e Sammaurese hanno conosciuto girone di appartenenza e calendario.

Le squadre di Alessandro Mastronicola (nella foto), Simone Lilli e Stefano Protti sono state inserite nel raggruppamento D insieme a Prato, Aglianese e Forlì.

Vale a dire le tre che partono con i favori dei pronostici. Soprattutto il Prato che in rosa può vantare due cecchini come Francesco “Ciccio’ Tavano e Marco Cellini, senza dimenticare Daniele Melandri, vecchia volpe delle aree di rigore romagnole. Anche i cugini forlivesi puntano al bersaglio grosso. Proprio per questo hanno chiamato in panchina Beppe Angelini, uno che il campionato lo ha già vinto due volte con Santarcangelo e Cesena.

Tornando alle squadre di casa, il Rimini ha messo insieme una buona rosa, ma forse non tanto buona da poter recitare un ruolo di primo piano. Inoltre è molto probabile che i biancorossi saltino le prime due gare a causa dell’emergenza Covid che ha colpito sei suoi giocatori (al momento di andare in stampa la Lega non ha ancora dato l’ok alla richiesta biancorossa).

Rimini che nel frattempo ha acquistato anche il difensore Davide Ferranti.

C’è tanta curiosità, invece, per il Cattolica Sg. La squadra di Simone Lilli, nata dalla fusione con la Marignanese, e di proprietà di Massimo Nicastro, ha fatto un ottimo precampionato, ma domenica è attesa subito da una partenza tutta in salita visto che al ‘Calbi’, alle 15, salirà l’Aglianese, una delle tre favorite per il salto tra i professionisti.

Ultima, ma non ultima, la Sammaurese ripescata in serie D. I giallorossi hanno messo insieme un gruppo molto motivato che ha come obiettivo quello di conquistare una salvezza tranquilla. Per loro, trasferta in quel di Livorno.

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Pubblicazione dei Contributi Pubblici

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!