Il Ponte

Un pienone di cose belle

by

Mille barchette di carta (realizzate dai ragazzi del Centro Diurno il Biancospino) han fatto prendere il largo il film, mentre l’aperitivo di benvenuto preparato dai ragazzi del centro diurno Arcobaleno ha permesso di brindare a “Solo cose belle”. Eh già, perché il film ispirato alle case famiglia della Comunità Papà Giovanni e del suo fondatore, don Oreste Benzi, alla sua “Prima” uscita a Riccione a Rimini ha incassato solo un pienone di cose belle con sale piene per la proiezione. E applausi risate e tanta commozione al cinema le Befane di Rimini.
A salutare gli spettatori nelle tre sale (tutte e tre sold out) erano presenti il regista, il riminese Kristian Gianfreda, alcuni attori e i produttori (Coffee time film e la forlivese Sunset Comunicazione).
Definito dalla critica ‘un film coraggioso e necessario’ Solo Cose Belle è un inno all’inclusione sociale, al rispetto della diversità per combattere la paura dell’altro e la discriminazione.
“Ho visto il film con i miei genitori, mio marito e i miei figli, è piaciuto tanto a tutti noi – è il commento del vicesindaco Gloria Lisi -. Se un film riesce a mettere in discussione tre generazioni vuol dire che è arte, perché questo è lo scopo dell’arte, riflettere, aprire la mente, modificarsi”.

Tanti complimenti per un film ‘delicato e profondo’ e l’esortazione a continuare su questa strada sono arrivati anche dal Vescovo di Rimini Monsignor Francesco Lambiasi.
La serata degli attori era già iniziata in precedenza, alle 20 al Cinepalace di Riccione, anche questo sold out, dopo due giorni intensi trascorsi a Roma per l’anteprima nazionale. Felici, commossi fino alle lacrime e profondamente toccati dall’accoglienza romagnola, tutti loro hanno messo in luce quanto questo film abbia mutato il loro sguardo sugli altri, su ciò che ci circonda, perché ‘dopo averlo visto le cose non possono più essere come prima’.
“Solo cose belle” sarà in proiezione fino al 15 maggio al Cinepalace di Riccione e al Multiplex Le Befane di Rimini.

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Pubblicazione dei Contributi Pubblici

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!