Il Ponte

Un banale insulto e le contraddizioni del Libano

by

Un banale litigio sfocia in un crescendo di violenza: il duello tra i due protagonisti del film L’insulto di Ziad Doueiri, regista musulmano, per anni assistente di Quentin Tarantino e già autore di The attack, film in parte ambientato in Israele e bloccato in Libano nel 2013, va oltre la semplice querelle scaturita da un futile motivo (una grondaia fuori norma). Nello scontro tra il maronita cristiano Tony e l’ingegnere palestinese Yasser, che coinvolgerà anche le rispettive famiglie per spostarsi nell’aula di un tribunale dove assistiamo anche ad un altro duello, di natura famigliare, tra i due avvocati antagonisti, si collocano delicate questioni del travagliato Medioriente che non saranno facilmente afferrabili da chi è a digiuno di riferimenti storici, religiosi e politici che costituiscono l’ossatura del film.
Allo spettatore resta comunque la consapevolezza di un mondo fragile, dove la scintilla è pronta ad appiccare rapidi fuochi di intolleranza e creare divisione, dove persino la giustizia fatica a trovare un equilibrio che possa garantire un dialogo. <+cors>L’insulto<+testo> è un film complesso, ma un’occhiata attenta se lo merita, considerando che l’opera di Doueiri ha suscitato polemiche: dopo la presentazione alla Mostra del Cinema di Venezia, dove uno degli interpreti, Kamel El Basha (il palestinese Yasser), ha vinto la Coppa Volpi come miglior attore protagonista, il regista è stato bloccato all’aeroporto di Beirut per più di due ore dalla polizia con l’accusa di collaborazionismo mentre il film ha scatenato in patria una accusatoria campagna stampa contro il regista e la sua opera, comprensiva di boicottaggi e richiesta di messa al bando. La circolazione nelle sale per ora non è bloccata (l’Italia è il primo paese europeo dove l’opera è distribuita) e il film è inserito nella selezione dei film stranieri in lizza per le nomination all’Oscar 2018.

Il Cinecittà di Paolo Pagliarani

leave a reply

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!