Il Ponte

San Gaudenzo, 10 anni di concerti

by

CARAMAZZA-DIRETTOREQuest’anno ricorre il decimo anniversario dell’arrivo a Rimini del vescovo Francesco Lambiasi ed è anche il decennale del concerto in occasione della solennità della festa del patrono di Rimini San Gaudenzo. Concerto organizzato dalla Cappella Musicale Malatestiana con i musicisti dell’orchestra sinfonica dell’istituto Lettimi, tutti diretti dal maestro Filippo Maria Caramazza. Saranno sul palco – domenica 15 ottobre, Basilica Cattedrale, ore 21, ingresso libero – circa cento tra musicisti e coristi che affiancheranno i solisti, il soprano Isabella Orazietti, il contralto Sara Rocchi, il tenore Marco Mustaro e il basso Lee Shuxin. Il programma attinge al pozzo di genialità che è Mozart: verranno eseguite infatti la Sinfonia in do maggiore KV 425, conosciuta come la Sinfonia di Linzdal nome della città austriaca e la Messa dell’Incoronazione dell’immagine di Maria nella chiesa di Maria Plain, sulle colline sopra Salisburgo. Una messa che, al pari del Requiem, esprime la grande fede e umanità dell’autore che, nel Kyrie, coinvolge il coro con un grido ripetuto tre volte. Quasi ad assecondare la  richiesta di perdono dell’uomo a Dio.
Nel Gloria, come sottolinea il direttore Filippo Caramazza, “c’è un cambio di scena e l’atmosfera muta radicalmente, l’attenzione si sposta dallo sguardo rivolto verso l’uomo ferito, alla grandezza divina: il grido diventa invocazione e coro festoso che esprime la potenza divina e che sfocia nella pax hominibus bonae voluntatis. Per l’uomo singolo e per l’umanità intera è drammatico e spaventoso trovarsi nudo e impotente davanti al giudizio divino, per questo la richiesta di misericordia viene rivolta a «Colui che toglie i peccati del mondo»”. L’impossibile diventa possibile. La certezza del perdono – prosegue il maestro Caramazza – “cambia anche la partitura musicale e le voci corali non tacciono e s’introducono nel gesto che inizialmente era solo strumentale e intonano il «Tu solus, solus sanctus» affermando che la Misericordia ha un nome: Gesù Cristo”.

Serafino Drudi

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!