Il Ponte

Rinascita, undicesima meraviglia

by

Fatica, sbuffa, inciampa, ma alla fine Albergatore Pro Rbr festeggia la sua undicesima meraviglia. Una vittoria che ha ancora più valore, perché ottenuta al cospetto di un’avversaria – Ozzano – davvero ostica, capace di mettere in seria difficoltà i riminesi.
I due punti incamerati davanti ad un palasport Flaminio strabordante di pubblico (2.300 tifosi), consentono alla Rinascita di guardare tutti (eccettuato Cento e Fabriano) dall’alto verso il basso. Rimini consolida il secondo posto, e aumenta a 4 i punti di vantaggio su Cesena (ko a Faenza).
Ozzano era scesa in Riviera forte del suo ottavo posto in graduatoria e soprattutto del ruolino di marcia fatto di tre vittorie nelle ultime quattro partite giocate.
Rimini deve inseguire nel primo quarto, 17-19 grazie al fadeaway allo scadere di Ambrosin.
Un break di 5-0 regala il vantaggio ai biancorossi (28-27) che spingono sull’acceleratore (13-0 il parziale) e vanno al riposo lungo: 42-34. La zona di Ozzano mette tanta sabbia negli ingranaggi Rbr, ma due bombe di Moffa (una fortunosa di tabella) ridanno il +9. Quattro punti di L. Bedetti regalano il massimo vantaggio (66-50) ma qualche errore di troppo e la precisione di Crespi valgono l’11-0 Ozzano che fa tremare Rimini (66-61). L’assist di Broglia per L. Bedetti frutta il 74-68 che archivia la gara (77-68). Luca Bedetti mvp di giornata (19 punti, nella foto @alfiosgroi) anche se è rivedibile ai liberi: appena 1/7.
A proposito di tiri a cronometro fermo. Il concorso Rose&Crown/Tap in quest’anno… piange. Le medie sono peggiorate. Il più preciso era “Picio” Bianchi (100% ma solo 2 liberi per Niccolò ora a Scandiano). Se la cava benone Simoncelli (11/12, 92%). Solo quattro i giocatori sopra l’80%: Pesaresi (34/38, 89%), Ramilli (87%), Vandi (83%) e Broglia (26/32, 81%). Fa notizia il 76% dalla linea della carità di Rivali (38/50), vincitore nella passata stagione. Pure F. Bedetti è precipitato al 70% (62/89) mentre il fratello maggiore Luca non va oltre il 51%.
Adesso c’è lo scontro che non avresti mai pensato ad inizio stagione: domenica i biancorossi di coach Bernardi faranno visita alla capolista Fabriano. In palio c’è il primo posto in classifica. Magari da festeggiare insieme al nuovo sponsor Conad, entrato in squadra fino a tutto il 2020.
Le riminesi
Perdono tutte in CSilver. L’Ap Titano (priva di Buo), che ci prova ma torna sconfitta (66-61) da Urbania. Ko casalingo per la Santarcangiolese, a cui non riesce il colpo di reni finale ed è costretta alla resa (77-79) con l’Atletico Bologna. Cornuto e mazziato il Bellaria, trafitto dalla Fortitudo e dagli arbitri: sei falli tecnici comminati ai biancoazzurri e due espulsioni, Mazzotti e coach Maghelli.
va decisamente meglio in serie D, dove le riminesi battono Bologna 2-0. Primo Miglio Stella stende il giovane Village Granarolo (80-64). Ancora più largo il successo del Rose&Crown Villanova Tigers sul campo amico nei confronti del fanalino di coda Pgs Welcome (78-53) e due punti preziosi per la classifica.
B femminile. Nell’ultimo quarto non segna più nessuno, e la RenAuto manca l’acuto finale: nell’ultimo match casalingo della prima fase le rosanero cedono 46-48 al Progresso Bologna. Ancora una formazione felsinea, sabato 15 febbraio (ore 21): per le ragazze di coach Rossi c’è la B.S.L. (p.g.)

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Pubblicazione dei Contributi Pubblici

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!