Il Ponte

Rimini, sabato a Mantova non devi sbagliare Somma

by

Due partite, due punti, due stati d’animo completamente diversi. Perché se lo 0-0 con il Frosinone è stato accettato (a fine gara) con un sorriso grande così viste le occasioni sprecate dai ciociari, l’1-1 con il Livorno sa di beffa colossale. Perché arrivato al 93’ e perché arrivato dopo una partita, soprattutto il primo tempo, giocato alla grande. Quarantacinque minuti in cui i biancorossi sono stati semplicemente perfetti: corti tra le linee, concentrati, determinati, aggressivi in ogni parte del campo. E alla fine il gol di Docente ha regalato un vantaggio strameritato. Nella ripresa, però, la musica è cambiata perché il Livorno ha alzato il baricentro e ha chiuso il Rimini nella sua trequarti. Ma c’è voluto il famoso fattore c di Acori, che al “Neri” tutti conoscono, per strappare il punto al Rimini. Un pareggio che ha fatto arrabbiare e non poco i tifosi che hanno contestato a Selighini l’aver buttato nella mischia i due Primavera, Alessandro e Mattia Marchi. Una scelta coraggiosa quella del professore che se avesse vinto sarebbe passato come il nuovo Napoleone e che, invece, alla fine, è stato preso di mira. Un punto che comunque fa classifica, che porta a quattro i risultati utili consecutivi e che permette ai biancorossi di viaggiare, rispetto all’andata, a +3 (11 punti contro 8). Adesso diventa fondamentale la gara di sabato a Mantova. Perché in caso di vittoria, la salvezza sarebbe archiviata.

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!