Il Ponte

Rimini, Piccioni c’è. Ma Guidetti dice no

by

L’attaccante ex Santarcangelo si è già incontrato con il DS Pietro Tamai mentre il centrocampista ha scelto Salò. E capitan Scotti potrebbe andarsene
Il mercato in entrata e in uscita, il caso Scotti e la ricerca continua di qualcuno che possa dare una mano. Perché altrimenti così è dura proseguire. In casa Rimini queste sono ore abbastanza febbrili.

Arriva Piccioni. Partiamo dai possibili arrivi. Al momento di andare in stampa (martedì alle 17.30) dalla società non è ancora arrivato nessun comunicato ufficiale, ma sembra fatta per Gianmarco Piccioni (nella foto in maglia bianca). Attaccante, 28 anni, l’ex Santarcangelo attualmente è in forza al Teramo con cui ha giocato 18 gare (14 da titolare più 4 da subentro per un totale di mille minuti) non segnando, però, neppure una rete.

Già quest’estate il nome di Piccioni era stato accostato all’attacco biancorosso, ma dopo la chiacchierata con il DS Tamai, ‘Piccio’ decise di accettare Teramo. Lo scambio di battute della scorsa settimana, invece, ha convinto il giocatore sul quale è forte anche il pressing della Vis Pesaro di Vlado Borozan con il quale, però, l’attaccante non ha avuto un buon rapporto a Santarcangelo.

Altro pezzo pregiato seguito da Tamai era Luca Guidetti, centrocampista, classe 1986, capitano del Monza di Berlusconi. Era perché sembrava che tra le parti ci fosse già un’intesa di massima, invece nelle ultime ore si è inserita nella trattativa la Feralpi Salò che è riuscita a strappare il sì del giocatore.

Caso Scotti. Per un arrivo certo, ci potrebbe essere un addio pesantissimo. Quello di Francesco Scotti. Il capitano, messo da parte nelle ultime gare, non ha voglia di fare da ‘secondo’ a nessuno, soprattutto se si tratta solo di un mero conto economico. Le richieste non gli mancano e la sua partenza è più che probabile.

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Pubblicazione dei Contributi Pubblici

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!