Il Ponte

Rimini, sarebbe ora di mangiarsi un… Galletto

by

Ieri, la firma del giocatore Capellupo, in sede a Rimini

È possibile attivare il lettore automatico selezionando la parte di testo interessata

Bando alle scaramanzie: domenica prossima, il Rimini potrebbe rivedere molto da vicino la serie C. Perché se al «Morgagni» di Forlì dovesse arrivare una vittoria, o comunque si tornasse verso casa con un risultato positivo, la promozione sarebbe davvero dietro l’angolo. La sensazione, infatti, è che Fiorenzuola (a -6) e Villabiagio (-8) non ne abbiano più mentre i Galletti (-10) siano in rampa di lancio: diciotto punti nelle ultime sei gare. Un rullo compressore, insomma, entrato a pieno ritmo e che farà di tutto per riaprire un piccolo pertugio verso il professionismo. In casa i «cugini», su dodici gare, ne hanno vinte sette, pareggiate una e perse quattro, per un totale di venti reti realizzate e quattordici subìte. Una squadra che da quando ha visto il cambio allenatore ha ritrovato quadratura ed entusiasmo grazie anche ad alcuni innesti importanti tra i quali spicca sicuramente quello dell’ex Santarcangelo, Filippo Baldinini.
Ecco Capellupo. A proposito di innesti: la scorsa settimana nel motore del Rimini ne è arrivato un altro: Stefano Capellupo (nella foto). Nato il 12 gennaio del 1988 a Torino, ha vestito, tra le altre, anche la maglia del Forlì nelle stagioni 2015-2016 e 2016-2017 collezionando 65 presenze e due reti. Arriva dal Fano, con cui in questa prima parte di stagione ha messo insieme quindici presenze.
Futuro incerto. Intanto, nelle ultime ore, si è tornato a parlare di futuro. Dopo il raffreddamento tra Giorgio Grassi e Ivan Mestrovic, il patron biancorosso sta guardandosi in giro per capire se nella prossima stagione si possa allargare la base societaria. La sensazione, però, è che l’asse con il Santarcangelo non si sia definitivamente chiusa. Se ne riparlerà solo a fine campionato.

Francesco Barone

leave a reply

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!