Il Ponte

Rimini, con la Fermana non puoi più sbagliare!

by

La premessa in questi casi è sempre la stessa: al momento di andare in stampa, il Rimini deve ancora giocare sul campo della Reggio Audace. Una gara non facile visto che in casa, gli emiliani, non hanno ancora mai perso: tre vittorie e due pareggi. Ecco, la speranza è che i biancorossi abbiano potuto cancellare questo piccolo record. Anche perché sarebbe un’ottima spinta per la partita di domenica prossima quando al ‘Romeo Neri’ salirà la Fermana (calcio d’inizio alle 17.30). I marchigiani hanno da poco cambiato allenatore: via Flavio Destro, dentro Mauro Antonioli. Quello stesso Antonioli che, oltre ad aver vestito la casacca biancorossa, quest’estate è stato vicinissimo alla panchina del Rimini. Poi, però, Sandro Cangini lasciò l’incarico di Direttore Sportivo e tutto sfumò. Ma Fermo c’è un altro personaggio che, sempre quest’estate, è stato vicino ad arrivare a guidare la macchina dei bottoni biancorossa: Massimo Andreatini. Quando ancora l’allenatore del Rimini era Mario Petrone, l’ex Direttore Sportivo del San Marino, attuale della Fermana, è andato alla Grabo per parlare con Giorgio Grassi. Non è un mistero che Petrone, dopo la conquista della promozione sul Titano, con Andreatini come DS, volesse ritentare la stessa scalata. Il patron biancorosso, però, ha detto no. Poi, gli sviluppi si conoscono anche troppo bene. Tornando al calcio giocato, dopo il pareggio di Fano, la squadra ha dato un’altra prova di attaccamento ai colori pareggiando, in dieci uomini, il derby con il Cesena (il gol è di Arlotti nella foto). Purtroppo, però, continua a mancare il gioco: lo schema, palla lunga a Gerardi e poi tutti ad accorciare, non porta a nulla. E il Rimini ha bisogno assolutamente di vincere.

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Pubblicazione dei Contributi Pubblici

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!