Il Ponte

Rimini, ecco chi sono tutte le tue avversarie per la gloria

by

RIMINI

Una settimana e poco più. Poi si inizierà a fare sul serio. Con un unico obiettivo: cercare subito il ritorno tra i professionisti. Perché dopo aver costruito una rosa con tanti petali importanti, non ci si può nascondere dietro un dito: il Rimini parte tra le favorite del suo girone. Che, per inciso, non è facile perché ci sono diverse squadre, vedi Imolese, Forlì e Vigor Carpaneto, tanto per citarne alcune, che hanno costruito gruppi importanti spendendo tanti soldi. Poi ci saranno le solite incognite.
Il girone. Ma vediamolo questo girone, i biancorossi sono stati inseriti nel raggruppamento D insieme ad Aquila Montevarchi, Castelvetro, Colligiana, Correggese, Fiorenzuola, Forlì, Imolese, Lentigione, Mezzolara, Pianese, Romagna Centro, Sangiovannese, Sammaurese, Sasso Marconi, Sporting Trestina, Tuttocuoio, Vigor Carpaneto, Villabiagio, Sansepolcro.

Le avversarie.
Il Montevarchi, nobile decaduta, arriva da una promozione in stile Rimini, ossia ottenuta con largo anticipo e con ben 14 punti sulla seconda. A differenza dei biancorossi ha mantenuto gran parte dell’ossatura e avrà dalla sua l’entusiasmo. Il Castelvetro, squadra della provincia di Modena, nello scorso campionato si è classificata sesta nello stesso girone mettendo insieme 50 punti. Arriva dalla Toscana, più precisamente da Siena, invece, la Colligiana che nel passato torneo, sempre nel girone D, si è salvata ai play out (43 i punti totali) battendo la Sangiovannese, poi ripescata. La Correggese è squadra conosciuta, ogni anno parte tra le favorite: dopo il quinto posto (56 punti) conquistato a maggio cercherà sicuramente di migliorare. Si viaggia verso l’Emilia con il Fiorenzuola, squadra in provincia di Piacenza.

Confermata nel girone D che ha chiuso nel passato campionato a quota 43 punti, salvandosi dai play out ai danni della Colligiana grazie allo scontro diretto. Si arriva così al Forlì del neo tecnico Attilio Bardi e soprattutto del Direttore Sportivo Oberdan Melini. Retrocesso dalla LegaPro ha sperato fino all’ultimo di essere riammesso. Ha perso diversi giocatori rispetto alla passata stagione, ma ne sono arrivati altri molto importanti, su tutti il bomber Ciccio Graziani. È sicuramente una delle favorite. Altra romagnola è l’Imolese che nella scorsa stagione, dopo essere stata a lungo in testa, si è fatta superare dal Ravenna per poi perdere i play off. Dopo l’addio di Francesco Baldini, i rossoblù hanno allestito una super formazione che sarà sicuramente un ostacolo durissimo da superare. Si sale verso Reggio Emilia grazie al Lentigione che dopo aver chiuso al quarto posto, con 58 punti, a sole sette lunghezze dalla promozione, cercherà certamente di ripetersi.

Tra i suoi pilastri l’ex Cesena e San Marino Alberto Galuppo. Si torna dalle nostre parti con il Mezzolara che dopo essersi salvato con 45 punti, anche quest’anno cercherà di portare a casa la categoria. Stesso dicasi della Pianese, ottava nella passata stagione con 46 punti. Attenzione al Romagna Centro «spostato» dal gruppo F. In estate ha cambiato mister (Muccioli) e tanti giocatori riportando a casa Nicola Campedelli. Obiettivo sarà la salvezza. Altra squadra toscana la Sangiovannese ripescata dopo la retrocessione dello scorso campionato. In panchina siede Agostino Iacobelli che i più attenti ricorderanno per il suo breve trascorso al Real Rimini, esonerato poche ore prima del derby con il Forlì.

Altra squadra che ha subìto il trasloco è la Sammaurese, vera sorpresa nella passata stagione nel girone F. La stella è l’ex pro Thomas Bonandi mentre in panchina siede Stefano Protti. L’obiettivo è quello di trovare subito i punti salvezza. Del Sasso Marconi praticamente si conosce già tutto per il duello della scorsa stagione con il Rimini. Dopo il secondo posto i bolognesi sono arrivati alla finalissima, perdendo con l’Aprilia, ma sono stati ripescati.

Inserita nel girone D (era nel G) lo Sporting Trestina che ha chiuso la stagione scorsa al 12° posto. Discorso a parte merita il Tuttocuoio, retrocesso dalla LegaPro ma coinvolto in un’indagine per una presunta combine con il Prato. Si torna in Emilia con il Vigor Carpaneto, altra squadra da tenere d’occhio come possibile sorpresa: arriva in serie D dopo aver stravinto il suo campionato, per i piacentini è la quarta promozione in cinque anni. Altra squadra vincitrice del suo campionato è il Villabiagio, in provincia di Perugia. Ultimo, ma non ultimo, il Sansepolcro, nella passata stagione nono nel girone D. Proprio nella squadra toscana gioca l’ex Rimini, Fabio Catacchini.

Francesco Barone

leave a reply

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!