Il Ponte

R…estate in Gioco. E la Villa scende in campo

by

Chissà quale maglietta indosseranno i due don, Pierpaolo e Andrea, e a quali sport daranno battaglia. Sì, perché a Villa Verucchio tutta la parrocchia scende in campo. E anche in questo periodo di emergenza sanitaria e di restrizioni, si trasforma in un grande impianto sportivo a cielo aperto. Il motivo è “R…Estate in Gioco”, edizione speciale post-Coronavirus della tradizionale manifestazione “E…state in sport” (undici edizioni), l’articolato programma di tornei che coinvolge allegramente bambini, ragazzi e adulti.

La manifestazione nel suo portfolio contiene una versione “adattata” di basket e calcetto, pallavolo e frisbee, calcio balilla umano e roller, trekking e persino giochi senza frontiere. Un grande torneo che prima di tutto invita a correre, saltare e fare amicizia. “Tutto è partito da una proposta per i giovani. – spiega suor Serena Vasconi, che insieme a Paolo Guidi due lustri fa ha ideato la manifestazione – Villa è un paese con alta percentuale di giovani, ma pochissimi gravitano in parrocchia: come avvicinarli? Come conoscerli? Da 10 anni, senza mettere in palio premi particolari, senza campi super attrezzati… l’adesione di giovani e famiglie è altissima!”.

Villa ha sempre fatto gol, insomma. E a giudicare dalle iscrizioni (già superiori a 80) lo farà anche quest’anno. Il “palazzetto dello sport sotto le stelle” si prepara fino a giovedì 6 agosto ad applaudire decine e decine di appassionati e amanti della pallavolo e della pallacanestro, senza dimenticare i giochi senza frontiere e il calcio balilla umano ma tutto ovviamente reinterpretato al tempo del post-Coronavirus. L’edizione speciale è organizzata da Scout e Azione cattolica di Villa Verucchio, e Gruppo Giovanile Parrocchiale di Verucchio.

Si affida invece alla musica la parrocchia di Castelvechio di Savignano per salutare l’estate e fare festa insieme. “Cerchi amo ci” (venerdì 10 luglio, ore 20) al campo sportivo: si prenota il proprio cerchio (congiunti e amici verranno messi vicini rispettando le distanze di sicurezza) e portare una coperta. “Cerchi amo” servirà agli intervenuti una cassettina con il cibo e le bevande da consumare ascoltando musica dal vivo dei Miscellanea Beat all’aria aperta.

I tornei di Villa Verucchio – singoli e a squadre composte da 5 persone – sono divisi tra primo ciclo (12-14 anni, scuole medie) e secondo ciclo (15-19 anni, superiori). Si parte alle ore 20,30, la quota di iscrizione (5 euro) è simbolica, si tira avanti fino alle 23. “Non assembramento, ma aggregazione sana e nei limiti della correttezza. – assicura Riccardo, uno degli organizzatori – L’ideazione è stata complessa, rispettare le regole è tutt’altro che un gioco, ma insieme crediamo di aver realizzato una bella proposta”.

Tre le azioni da realizzare prima di scendere in campo: scaricare l’adesione, il patto di corresponsabilità; compilare le due schede proposte; e inviare tutto alla e-mail restareingioco@gmail.com insieme al nome della squadra.

Quattro le serate previste per il primo ciclo (lunedì 6 e 13 luglio le conclusive), altrettante per il secondo ciclo (martedì 21 luglio, giovedì 23 e 30 luglio, giovedì 6 agosto). Prosegue, il calcio balilla umano dove ci si sfida – con il dovuto distanziamento – in super squadre, sempre sotto l’occhio attento di un educatore adulto, e il divertimento grazie anche alle novità e alle sorprese garantite dagli organizzatori – è assicurato, perché in quel particolare rettangolo di gioco l’importante è, davvero, partecipare.

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Pubblicazione dei Contributi Pubblici

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!