Il Ponte

Il grande sogno dell’Arop: una casa di accoglienza

by

Un sogno diventato realtà. Con fatica. Con costanza. Con un cuore grande così. Perché per riuscirlo a mettere in pratica ci sono voluti sette anni, ma alla fine il risultato è un qualcosa che riscalda l’anima. L’AROP, l’Associazione Riminese di Oncoematologia Pediatrica, avrà una casa d’accoglienza. Un rifugio dove ospitare tutte quelle famiglie costrette a seguire i propri bimbi nelle cure ospedaliere.
“Per noi che quotidianamente dedichiamo parte del nostro tempo all’associazione è davvero un grande sogno che si avvera. – conferma il presidente della onlus Roberto Romagnoli – Un sogno reso possibile grazie alle tante iniziative messe in atto in questi ultimi sette anni e al cuore di innumerevoli persone che con le loro donazioni lo hanno reso tale. Chi vive il reparto di Oncoematologia Pediatrica ha le giornate cadenzate dagli esami che possono andare bene o male, è un vivere alla giornata. Ma un vivere alla giornata caratterizzato dalla perdita di una normalità che purtroppo è obbligata dal fatto che la famiglia deve accompagnare il figlio in questo difficile percorso. Il nostro è un reparto di grande eccellenza e proprio per questo ospita pazienti da tutte le parti d’Italia. Ecco, questa casa vuole essere un appoggio a queste famiglie in un momento così complicato”.
La casa potrà ospitare contemporaneamente sino a cinque famiglie e sarà caratterizzata da molte aree comuni per dare alle persone gli spazi e i tempi per vivere insieme la quotidianità.
“Dopo aver firmato il rogito nello scorso mese di novembre, sono iniziati i lavori e, se tutto procederà nel verso giusto, già a maggio lo stabile di via Fogazzaro potrà accogliere mamme e papà. L’acquisto è un punto di partenza, ora c’è bisogno dell’aiuto di tutti perché la casa è vuota”.

Francesco Barone

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!