Il Ponte

Giovanni Paolo II, quello che non dice

by

Il 2 aprile di sei anni fa, Giovanni Paolo II veniva dichiarato Santo. Quindici anni fa, ad una ventina di giorni dalla morte di Papa Wojtyla, il poeta dialettale riminese Vincenzo Sanchini scrisse queste poche righe che sono rimaste inedite. Sanchini le regala a ilPonte e ai suoi lettori.

Quel ch’ èn dis

Ma la mort a busé fòrt

èn s’ è mès a tchjùda l’ pòrt

per armàna è le nascòst,

mò l’ ha vèrt, u j ha fat pòst.

 

El trapas méda è quagio

d’ un scigur d’ andè po So,

ancuntrè cumè in famèja

e’ mistèr dla maravèja.

 

Quel ch’ èn dis tel tistamént:

l’ ha ardèd l’ alma… m’ un scrol d gént.

  • Karol Jozef Wojtyla, Papa Giovanni Paolo II   18 .5. 1920 – 2. 4. 2005

Quello che non dice

Alla morte a bussare forte / non si è messo a chiudere le porte / per rimanere lì nascosto, / ma ha aperto, le ha fatto posto. / Il trapasso da quaggiù / di uno sicuro di andare poi Su, / ad incontrare come in famiglia / il mistero della meraviglia. / Quello che non dice nel testamento : ha ridato l’ anima… ad un sacco di gente.

  1. 4. 2005

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Pubblicazione dei Contributi Pubblici

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!