Il Ponte

Geolocalizzati

by

Come noto, qualcuno di recente ha messo in discussione la legittimità della Publiphono ad operare in spiaggia. Senza entrare nel merito giuridico, questione complessa, mi limito a dire che in spiaggia è comunque opportuno resti uno strumento per poter rintracciare i bambini dispersi. A meno di non voler cogliere la palla al balzo e integrare la ricerca dei bimbi con un altro servizio già largamente diffuso sul nostro litorale: quello del bike sharing dalle bici gialle e nere. I gestori del servizio assicurano che non c’è motivo di preoccuparsi se si vedono biciclette abbandonate per giorni e giorni in strada, purché non parcheggiate in situazioni improprie: tutte quante sono localizzate e prima o poi qualcuno provvederà al recupero. Quindi perché non geolocalizzare con un unico software anche i più piccoli al loro arrivo in spiaggia? Il punto di partenza resta sempre il costumino: ma invece di descriverlo all’altoparlante gli si mette un microchip. E nessun problema se il bambino resta un po’ in giro, purché non parcheggiato in situazioni improprie… scusate, scusate. È il caldo. Teniamoci la Publiphono che è meglio.

Il Caffè Scorretto di Maurizio Ceccarini

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!