Il Ponte

Sono due ma fanno già il tutto esaurito. Sono quelli di Emmaus

by

È possibile attivare il lettore automatico selezionando la parte di testo interessata

Forse anche il pubblico riminese ha compreso che si tratta di… un incontro eccezionale. Infatti lo spettacolo di sabato prossimo (24 febbraio, ore 21) è già sold out. I due di Emmaus. Un incontro eccezionale, con Giampiero Bartolini e Andrea Maria Carabelli, per la regia del riminese Otello Cenci (autore del testo insieme a Giampiero Pizzol) salirà sul palco di un Teatro Novelli esaurito dunque in ogni ordine di posto. Un doppio risultato è già stato raggiunto: la vendita dei biglietti andrà a sostenere la ‘Campagna Tende Avsi’ (www.avsi.org).
La piéce, che ha per protagonisti Simone e Cleofa, i due discepoli tra i primi testimoni della risurrezione di Cristo, è una sorta di Aspettando Godot alla rovescia: mentre Samuel Becket immagina dialoghi contorti e reiterati che riempiono l’infinita e forse immotivata attesa, in questo spettacolo siamo davanti a due testimoni di un incontro  assolutamente incredibile e inimmaginabile. In entrambi i casi i protagonisti sono persone semplici, qui addirittura due stolti che rischiano di rimanere intrappolati nei loro ragionamenti mentre  provano a riorganizzare nella loro mente quello che è successo, per poterlo raccontare e non passare per visionari. Devono dirlo ai dodici apostoli?  Se sì, come dirlo per essere creduti? Quali prove hanno?
Dal lavoro di immedesimazione con questi due importanti protagonisti del Vangelo è nato uno spettacolo che, come tutte le grandi storie, ha al suo interno temi divertenti, in grado di far pensare e momenti emozionanti e commovente.
Presentato la scorsa estate al Meeting di Rimini con una breve anticipazione, lo spettacolo (Info 335/7981882, porticodelvasaio@gmail.com) ha debuttato a Matera a Novembre, nella sua versione integrale impreziosita anche dalle animazioni del bravissimo Massimo Ottoni. “Durante le repliche ciò che il pubblico sembra apprezzare in particolare modo è la possibilità di avvicinarsi a due figure del Vangelo in modo semplice e umano”, racconta il regista Otello Cenci, “immedesimandosi con i loro sentimenti. Proprio come abbiamo fatto noi, lavorando alla sua messa in scena. È stato importante togliere queste due figure dall’idea di ‘santino’ che normalmente abbiamo e paragonarci liberamente e sinceramente con loro, attraverso i testi dei Vangeli”.
Un tavolo, due sgabelli, il pane, il vino e i due “stolti” testimoni: tutto risuccede qui e ora. Un breve racconto, una piccola piéce, una divertente testimonianza, uno spettacolo che prende vita dove la gente vive. “Non ci ardeva forse il cuore?”. Va a finire che questo spettacolo (prodotto dalla Compagnia Bella e Made Officina Creativa) diventa una bella occasione  per  conoscere uno degli incontri più eccezionali e misteriosi narrato dai vangeli…
Tommaso Cevoli

 

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!