Il Ponte

Demografia Rimini – residenti in aumento grazie ai flussi migratori

by

Rn, 15/05/99: anziani in piazza cavour ©GRPhoto/Riccardo Gallini

Cresce la popolazione, cresce l’età media, diminuiscono matrimoni e famiglie con più figli. A dirlo sono i dati dell’anticipazione del Report demografico del Comune di Rimini che verrà pubblicato ad aprile.
Al 31 dicembre 2016, Rimini contava 148.856 residenti, di cui il 52% di sesso femminile, con un’età media di 45 anni, età media che si conferma in crescita (+3.1 anni negli ultimi vent’anni). L’aspettativa di vita alla nascita nel 2016 è stata di 81.46 anni (79 per i maschi e 83.63 per le femmine). Dunque la popolazione residente continua a crescere: sono 1.169 in più i residenti (di cui 126 stranieri), rispetto all’anno precedente, con una variazione che si attesta sul +3% circa negli ultimi 5 anni (a fronte di una crescita del 9% circa in trent’anni, fra il 1981 e il 2011). Rimane sostanzialmente costante la percentuale degli stranieri sui residenti totali (12.5%) e ciò è motivato dal fatto che i tassi di crescita dei residenti stranieri sono diventati, negli ultimi due anni, del tutto simili (anzi leggermente inferiori) a quelli dei residenti italiani. Le donne costituiscono il 56% delle persone straniere. Complessivamente vivono a Rimini 65.671 famiglie di cui più di un terzo con un unico componente (il 36%). Il numero medio di componenti per famiglia è di 2.2. Le famiglie extra large, con 6 o più componenti, sono 1041 (pari al 1,6%).

Nuovi nati o nuovi arrivi? La crescita del numero dei residenti è dovuta ad un saldo migratorio positivo. Il saldo naturale, invece, si conferma negativo anche nel 2016 come avviene da sei anni a questa parte. Complessivamente in frenata le nascite a Rimini, 1.142 nel 2016 (94 in meno rispetto all’anno precedente); di queste il 21% è costituito da bambini stranieri.
Capelli bianchi, ma… Continua a salire l’indice di vecchiaia (177.5); nonostante ci siano parecchi capelli grigi in giro per Rimini, aumenta il numero delle persone in età compresa fra i 15 e i 24 anni (+1.34 % rispetto all’anno precedente) portando nuova linfa all’interno della classe di età lavorativa 15-64 anni.
Diminuiscono i matrimoni. Numeri alla mano sono 631 le coppie convolate a nozze nel 2016. Il rito civile prevale rispetto a quello religioso. Sono 56 i matrimoni dei riminesi che hanno scelto una moglie non residente nel comune mentre sono 75 le donne riminesi che sono convolate a nozze con un uomo non residente nel comune.
Continua a salire l’età media in cui ci si sposa: 41 anni per gli uomini e 37 per le donne con un considerevole salto in avanti rispetto al 2000, anno in cui l’età media al matrimonio era di 32.5 per gli uomini e di 29.6 per le donne. Sono 17 le unioni civili celebrate a partire dall’agosto 2016. Sul fronte delle famiglie in cui le strade fra i coniugi si separano, si registrano 219 separazioni e 189 divorzi.
Nomi e cognomi, curiosità. Tra i nomi femminili sale sul gradino più alto del podio Maria (1.852), confermato come più frequente anche tra le straniere; seguono Anna (1.187) e Sara (997). Considerando i nomi maschili quello più frequente è Andrea (2.188), seguito da Marco (2.030) e Alessandro (1.658). Al primo posto fra i nomi stranieri troviamo Mohamed. Tra i cognomi saldamente in testa i Fabbri (1.565), seguiti dai Rossi (1.109) e dai Casadei (947). Per quanto riguarda i nomi dei nati nel 2016, i primi tre nomi femminili sono  Sofia, Martina e Giulia, e il podio di quelli maschili è Lorenzo, Federico e Tommaso.

Francesco Barone

leave a reply

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

Seguici

Back to Top