Il Ponte

Cesena, finalmente ora Ci sei!

by

Estate 2018. Il Cesena calcio fallisce. Spazzato via da una montagna di debiti che ha seppellito tutto e tutti. Sono giorni di grande tensione. Nessuno sa come e da dove ripartire. Piano piano nasce un’idea che a molti puristi infastidisce, ma che in realtà è la soluzione migliore. E lo sanno tutti. Il Cesena riparte da Martorano, dal Romagna Centro al quale prende titolo e categoria. Non solo, scippa pure anche l’allenatore, Giuseppe Angelini, riminese di nascita, cesenate d’adozione. A lui il compito di riportare i bianconeri subito tra i professionisti. Un compito non semplice visto che la squadra è tutta da costruire. Giorno dopo giorno, però, il tecnico bianconero riesce nell’impresa che fece già a Bellaria e Santarcangelo: creare un gruppo granitico e condurlo alla vittoria. “Bisogna che ci caliamo tutti nella categoria, non è perché ci chiamiamo Cesena che vinceremo. Anzi, sarà difficilissimo perché tutti, contro di noi, daranno il mille per mille”. La partenza in campionato non è delle migliori, il Matelica prova la fuga. Ma lui predica calma. Intanto iniziano i primi mugugni da gente che la categoria, questa categoria, non l’ha praticamente mai vista. Angelini tiene la barra a dritta e in poco tempo non solo mangia il distacco al Matelica, ma mette la freccia e a gennaio saluta tutti: +10 e campionato finito. Sbagliato! Ed è proprio lui a dirlo in un sabato di inizio febbraio: “Se qualcuno pensa di aver già vinto si sbaglia di grosso, questo è un campionato che si gioca fino alla fine”. E, infatti, i marchigiani si riportano sotto, fino al -2. Ma ancora una volta la differenza la fa il gruppo: “Nessuno ci tocchi il mister!” dicono Alessandro e Ricciardo, i due uomini copertina di questo Cesena, dopo una sconfitta. Poi è storia recente, la vittoria con il Castelfidardo e il pareggio di Giulianova che riporta il Cesena in serie C. “Dedico questo successo a tutto il mio staff, hanno fatto sacrifici enormi e il merito è tutto loro”. Adesso c’è da programmare subito la prossima stagione perché sarà davvero dura.

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Pubblicazione dei Contributi Pubblici

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!