Il Ponte

Cartoon, che festival! Un Club sempre più sulle nuvole

by

È opinione ancora di tanti che cartoni animati e fumetti siano destinati ad un pubblico di bambini e ragazzi. Al massimo, di adulti poco cresciuti. Cartoon Club è la dimostrazione che questi media sono rivolti a tutti. E le presenze del festival internazionale del fumetto e del cinema d’animazione di Rimini (che dà la “scalata” pure ai games, 150mila presenze lo scorso anno) lo dimostrano, “confermando che non esiste limite d’età per sognare e tuffarsi in mondi fantastici” – ha scritto il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi – dove comunque c’è sempre spazio per i grandi temi d’attualità e per i problemi quotidiani di ciascuno.
Basta scorrere il programma di questa XXXIV edizione del Festival per averne ulteriore riprova. Accanto alla mostra sugli abiti delle Principesse e alla leggerezza di alcuni spettacoli animati, Cartoon Club propone una mostra sulle donne e la violenza, un allestimento diffuso in tutto il centro storico e attraverso forme artistiche differenti (fumetti, sculture, installazioni). E i cartoni di solidarietà realizzati dai più piccoli durante un anno di laboratori a scuola. Per affrontare con la delicatezza dei bambini temi che appesantiscono il cuore degli adulti.
Proiezioni, spettacoli, autori, mostre, stage, albi speciali: ragioni per far parlare di sé, Cartoon Club (ingresso sempre gratuito, tranne alcuni lungometraggi d’animazione alla Corte degli Agostiniani) ne ha da vendere, radicato com’è nell’immaginario collettivo di Rimini e della riviera.
Questo appuntamento nato dalla passione di un costruttore di eventi culturali come Paolo Scarponi e di un manipolo di registi e autori (Bruno Bozzetto, Nedo Zanotti, Osvaldo Cavandoli) con una serata nella Vecchia Pescheria, oggi è una manifestazione tentacolare spalmata in piazzale Fellini e a Marina centro e ritornata da qualche stagione ad invadere allegramente anche il centro storico, dal cinema Fulgor a piazza Cavour. Mette in relazione il centro storico con la città balneare, divenendo inoltre connettore di reti e di scambi con numerose realtà del territorio e con altre più lontane, da Villa Verucchio a San Salvatore fino a Lucca e Gallarate e oltre i confini italici.
Cartoon Club, insomma, ci riprova. La crisi, le difficoltà ad organizzare un evento così ramificato, gli ostacoli disseminati dal decreto Minniti: gli organizzatori si rimboccano le maniche e regalano anche per il 2018 un programma complesso e variegato. Piazzale Fellini dal 19 al 22 luglio è RiminiComix, con editori, collezionisti ed autori, oltre ad incontri ed eventi speciali. Immancabile lo Stage di fumetto (19-22 luglio), quest’anno tenuto al mattino da Laura Scarpa, e l’appuntamento con i Fumetti on the Beach per disegni dal vivo e sessioni di autografi, al Bagno 26 di Marina centro dalle 10 alle 12.
“Il festival è molto apprezzato anche fuori dai confini nazionali, come dimostrano le collaborazioni che in maniera crescente ci sono richieste. – prova a sintetizzare l’evento il direttore artistico Sabrina Zanetti – Oltre alla sua valenza ludica e culturale, ne riveste anche una turistica importante per Rimini: solo la Cosplay Convention porta in riviera migliaia di persone per quattro giorni, un segmento giovanile ma anche familiare che sceglie il Cartoon Club, Rimini e la sua ospitalità”.
Le possibilità sono innumerevoli. La masterclass di character design e animazione 2D con l’animatore Disney Sandro Cleuzo, ma anche due ore di divertimento e creatività in piazza Cavour con “Doodle-le-do” e Natalia Taikowska in vicolo Pescheria (venerdì 20, ore 21).
Tanta anche la musica: la Gaiobanda in concerto in piazza Cavour (martedì 17) con le magie di sabbia di Mauro Masi, i dj set con le sigle dei cartoni animati, il live di Matteo Leonetti, l’esibizione acustica di Roberto Grassilli e Massimo Modula alla palazzina Roma (giovedì 19, ore 18) e i Miwa, scatenata band che ripercorre le sigle dei cartoni animati ma a suon di rock e ska.
Il fumetto, poi, si “allea” con tutto, anche con il calcio. Niente Mondiali di Russia, però, ma un omaggio ad un “signore” ed un campione: Giacinto Facchetti. Il capitano dell’Inter e della Nazionale sarà omaggiato con un incontro (giovedì 19 luglio, ore 19) sul graphic novel a lui dedicato, immagini e parole in palazzina Roma. Questo Club, insomma, è sempre meno sulle nuvole e sempre più a portata di tutti.

Tommaso Cevoli

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!