Il Ponte

Il candidato al Nobel per la Pace va “a scuola” nel Rubicone

by


E’ l’inventore delle mappe mentali, considerate il “coltellino svizzero del cervello”, un metodo per memorizzare e sviluppare la creatività che sfrutta le capacità naturali del cervello, utilizzate da oltre 250 milioni di persone nel mondo. Ma ha pure ricevuto la nomination al Premio Nobel per la Pace ed è considerato uno dei 5 top speakers al mondo dalla rivista Forbes. Può bastare come biglietto da visita?
Tony Buzan torna in Italia e incontra gli studenti e professori delle Scuole dell’Unione dei Comuni del Rubicone e la cittadinanza. La data da segnare in agenda è martedì 20 novembre (Info e prenotazione: 333.7281644 – 320.0214044). L’occasione è l’evento organizzato attraverso il Progetto sociale Scuola 3.0 dall’Associazione Incitement Italy, con il Patrocinio e sostegno dei Comuni di Savignano e San Mauro Pascoli sul tema della Creatività e dello Studio attraverso le Mappe Mentali.

Studenti, docenti e genitori  potranno dunque incontrare quello che è considerato uno dei più grandi innovation leader del XXI secolo, martedì 20 novembre (dalle 9 alle 12), incontrerà presso il Cinema Teatro Moderno di Savignano sul Rubicone. Traduttore e correlatore sarà Jacopo Tabanelli, formatore, fondatore del progetto SCUOLA 3.0, e collaboratore del prof. Buzan. L’iniziativa è co-organizzata dal Team del Progetto Scuola 3.0 e dalla savignanese Micaela Branducci, grande sostenitrice del Progetto Scuola 3.0, fan delle mappe mentali che utilizza nel quotidiano e con la figlia Arianna. Il prigetto si è concretizzato anche grazie al sostegno di alcune aziende del territorio del Rubicone, in particolare Tacchificio Zanzani, Concessionaria Autoplaya, Magazzini Branducci, Macro Edizioni. L’evento è gratuito per tutti gli alunni delle Scuole di Savignano, San Mauro Pascoli e dintorni.

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!