Il Ponte

Biancorossi, questa volta la rondinella faccia primavera

by

Prima vittoria del girone di ritorno per il Rimini, reduce da tre sconfitte consecutive, condite da due pareggi. Tre punti fondamentali quelli incassati da Ricchiuti e compagni, capaci di portare ossigeno ad una classifica che andava facendosi asfittica. L’avversario, l’Ancona, è sembrato formazione non irresistibile (al 4° ko consecutiva), ma ciò che ha stupito maggiormente è stato lo schieramento approntato da Selighini, consapevole dei limiti della squadra avversaria e della necessità di centrare la vittoria, oltre che la porta (i biancorossi non segnavano da due gare). Così in campo i riminesi si sono presentati con tre attaccanti veri (Matteini, Docente e Cipriani) più Ricchiuti, allestendo un 4-2-3-1 particolarmente sbilanciato in avanti.
A giochi fatti, occorre sottolineare che l’allenatore ha saputo interpretare al meglio l’incontro, andando ad evidenziare i limiti difensivi degli anconetani e scegliendo di saltare il loro folto centrocampo (a cinque). Certo che, nella prima parte della gara, qualche sbandamento di troppo aveva fatto temere per l’esito finale, tanto che dopo appena 10’, alla prima incertezza della retroguardia, Soddimo aveva drasticamente convertito i sogni del Rimini in incubi. Ma oliati un po’ i nuovi meccanismi, è venuta fuori la grande volontà dei biancorossi, che, a cavallo dell’intervallo, hanno saputo ribaltare l’esito della partita, grazie ad un ritrovato Cipriani e ad un attento Basha. Una menzione speciale la merita l’ariete bolognese così come va sottolineato il grande lavoro portato a termine dai due centrocampisti, Cardinale e Basha, chiamati a presidiare un’ampia zona di campo e impegnati a mantenere i collegamenti fra i reparti. Purtroppo, però, non sono tutte rose e fiori. Durante la gara, per sventare il possibile 2-2 di Colacone, Roberto Vitiello (nella foto) si è procurato la lesione parziale del legamento crociato posteriore del ginocchio destro, per lui serviranno come minimo due mesi di stop.
Un cenno lo merita anche la terna arbitrale di scarso livello tecnico. Tant’è, che la società riminese ha deciso, dopo l’ultima di una serie di direzioni di gara ritenute penalizzanti, di inviare in Lega un dossier con tutti i torti arbitrali subiti dai biancorossi. Intanto, sabato, il Rimini va a far visita al Brescia di Nedo Sonetti, quinto in classifica, capace di rifilare tre schiaffi al Frosinone, in trasferta.

Roberto Baietti

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Pubblicazione dei Contributi Pubblici

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!