Il Ponte

Arbitrato bancario, boom di ricorsi

by


Arbitrato Bancario Finanziario: boom crescono i numeri in Romagna ma Rimini è in controtendenza. Non mancano i ricorsi contro banche locali. Ecco come fare

Intanto cominciamo col dire che cos’è l’arbitrato bancario finanziario: è un sistema stragiudiziale di risoluzione delle controversie tra clienti e intermediari bancari e finanziari (banche, Poste, società finanziarie, ecc.). L’arbitrato si avvale delle risorse della Banca d’Italia, con costi modesti per i clienti che vi ricorrono e risposte in tempi contenuti rispetto a quelli della giustizia ordinaria. Per i residenti in Romagna il collegio più vicino per chiedere l’arbitrato è quello di Bologna.
Nel 2016, in tutta Italia, i ricorsi sono stati 22 mila, il 59% in più dell’anno prima. La tematica più ricorrente continua a essere quella relativa alle operazioni di finanziamento contro cessione del quinto dello stipendio o della pensione, con specifico riferimento alla richiesta di restituzione delle spese sostenute dai ricorrenti e non maturate in caso di estinzione anticipata del rapporto.
I primi cinque istituti per numero di ricorsi ricevuti a livello nazionale sono stati: Prestitalia spa, Barclays Bank plc, Santander consumer bank spa, IBL Istituto Bancario del Lavoro spa e Unicredit spa. Anche le banche locali hanno ricevuto ricorsi: Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna 16, Cassa di Risparmio di Cesena 9, Banca Carim Rimini 6, Cassa di Risparmio di Ravenna 4, RiminiBanca 3, Credito coop. Ravennate e Banca di Forlì 1.
Sarà interessante sapere che il 75% delle controversie decise ha avuto un esito sostanzialmente favorevole al cliente, con l’accoglimento totale o parziale delle richie- ste formulate. Ricorrenti ai quali sono stati riconosciuti rimborsi per oltre 13 milioni di euro.
In Emilia Romagna i ricorsi 2016 sono stati 865 (erano stati 715 nel 2015) di cui 67 in provincia di Forlì-Cesena (46 nel 2015), 110 a Ravenna (54 nel 2015) e 36 a Rimini (45 nel 2015).

Come presentare un ricorso all’ABF?
La presentazione del ricorso all’ABF è semplice e non è necessaria l’assistenza di un legale o di altro professio- nista. È possibile ricorrere all’Arbitrato solo dopo aver inoltrato un reclamo scritto all’intermediario, il quale è tenuto a rispondere entro 30 giorni. In mancanza di riscontro, o se quest’ultimo non è considerato soddisfa- cente, il cliente può rivolgersi all’ABF entro dodici mesi dalla presentazione del reclamo.
Chi volesse saperne di più o presentare un ricorso può contattare il Collegio di Bologna al tel. 051 6430120, oppure inviare una mail a: bologna.abf.segreteriatecnica@ bancaditalia.it.

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!