Il Ponte

Almost Married: fotografia di coppia

by

L’emergenza sanitaria si è abbattuta, strisciante come il virus, anche sulle coppie in procinto di sposarsi. Le risposte sono state diverse. C’è chi ha rimandato il matrimonio e chi, invece, ha deciso di salire ugualmente all’altare, adattandosi alle rigorose norme imposte, posticipando i festeggiamenti ad un momento di maggiore serenità.

In ogni caso, questo periodo storico resterà extra-ordinario e anche la fotografia vuole fissare l’unicità del momento. La suggestiva idea è della riminese Chiara Medici che le nozze le ha nel Dna (nel 2017 ha fondato lo studio effe[11]-fotografia con il quale si occupa in particolare di fotografia di matrimonio) e ha iniziato a “inquadrare” i promessi sposi ai tempi del Covid-19: nasce così “Almost Married”, progetto nato per raccontare questo periodo storico attraverso i volti e le parole delle coppie.

“L’obiettivo del progetto è duplice: – spiega sorridente la fotografa freelance riminese, una formazione iniziata in Spagna e proseguita negli Stati Uniti – da una parte creare uno spazio dove i futuri sposi possano condividere la loro esperienza e sentirsi un po’ meno soli; dall’altra raccontare attraverso il loro vissuto questo periodo storico unico e che tanto sta influenzando il nostro modo di vivere”. Le testimonianze lasceranno un segno nella storia, magari non in quella con la S maiuscola, dei libri di scuola, ma in quella fatta dalle persone che hanno vissuto al tempo del coronavirus.

Come funziona “Almost Married”? Alle coppie che decidono di partecipare è inviato un questionario: uno strumento per facilitare il racconto della loro storia di matrimonio. Pensieri e riflessioni che lui e lei sentono importante condividere.

Una volta ricevute le risposte, le coppie vengono invitate da Chiara Medici ad una videochiamata con l’applicazione Zoom, una delle tante realizzate in quarantena: in questa occasione viene scattato un loro ritratto da associare al testo. “Con questo tipo di approccio, partecipativo, – prosegue Chiara – le coppie diventano prolungamento fisico della fotografa, ed il processo che porta

all’immagine finale è frutto di una stretta collaborazione tra fotografa e soggetti”.

Il ritratto viene scattato con una reflex digitale che fotografa lo schermo del computer che a sua volta mostra l’immagine catturata dai cellulari di ogni coppia. La qualità dell’immagine è quindi soggetta a molte variabili che non è possibile controllare, come la qualità della connessione internet e della telecamera dei diversi dispositivi mobili. Questo, lontano dall’essere una nota negativa, è parte fondamentale del progetto: rappresenta infatti i mezzi e le modalità con cui tutti ci siamo trovati in questo periodo ad avere contatto con l’altro.

Il progetto attualmente può essere seguito sulla pagina Facebook (Almost Married), su Instagram e sul sito web (www.effe11.it).

L’obiettivo finale, però, è di farne una pubblicazione cartacea indipendente. E poliglotta. Inizialmente “Almost Married” si rivolge alle coppie di tutta Italia, ma vorrebbe espatriare e coinvolgere le coppie di tutte le parti del mondo coinvolte nella pandemia. Sono già quindici le coppie che hanno aderito al progetto, come Ilaria e Michele di San Mauro Pascoli (box a fianco). E arrivano un paio di richieste quotidiane.

“Credo che le testimonianze di queste persone, nel loro insieme, siano uno spaccato della vita di tutti noi. – chiosa Chiara mentre osserva gli ultimi scatti dei ’promessi sposi’ – Apportano una visione molto singolare sulla società e su come la pandemia abbia improvvisamente cambiato i nostri piani, costringendoci a confrontarci con chi siamo”.

Tommaso Cevoli

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Pubblicazione dei Contributi Pubblici

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!