Il Ponte

Alessandro La Motta porta la sua Lighea alla Biennale

by

Lighea. Il mito e la sirena 

omaggio a Tomasi di Lampedusa 

Alessandro La Motta illustra con 30 tavole, per la prima volta in Italia, il racconto di Tomasi di Lampedusa.

L’opera è un omaggio a Tomasi, nel 60° anniversario dalla scomparsa della pubblicazione del Gattopardo.

Lighea, tratto dal racconto lungo, uscito postumo col titolo di “La sirena”, è una favola tragica e dolce, dove Tomasi, con un tratto “Shakespeariano”, tratta dell’amore tra un giovane grecista e Lighea, la giovanissima sirena “siciliana” incontrata al largo della costa di Punta Izzo ad Augusta.

Amore folgorante e capace di travolgere e dare un significato nuovo a tutte le esperienze da lì vissute dal giovane protagonista.

Un inno all’amore, al primo amore, ad un amore di “diversità” usando un termine moderno e al mondo classico, ai miti e ai racconti sulle sirene , ai suoi profumi, ai sapori perduti. 

Le tavole originali di dimensioni cm 40×30 sono realizzate a tecnica mista e incatenano testo e immagini seguendo la parte centrale del racconto.

Dalle tavole è stata curata un’edizione d’arte: Lighea. Il mito e la sirena, di NFC edizioni d’arte, con testi e approfondimenti con un apparato critico sull’opera artistica di La Motta, e al contempo tratteggia la figura di Tomasi e il periodo della giovinezza, le implicazioni poetiche delle sue descrizioni, i profumi, i sapori, i colori descritti nel racconto della Sirena.

Biennale del Disegno,
Archivio di Stato, Rimini
dal 28 aprile al 15 luglio
dalle 8,30/13
martedì e giovedì 8,30/13,00 14,00/17,00

apertura straordinaria sabato 19 maggio dalle 17 alle 20
presentazione della mostra:
sabato 19 maggio ore 18,30

interverranno:
Gianluca Braschi – Direttore Archivio di Stato Rimini
Massimo Pulini – Assessore alle Arti – Comune di Rimini
Loretta Biondi – Psicoanalista
Alessandro La Motta – Artista

leave a reply

I nostri contatti

via Cairoli 69

0541 780.666

redazione@ilponte.com

Newsletter

Rimani sempre aggiornato!

“ilPonte” percepisce i contributi pubblici all’editoria.
“ilPonte”, tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Seguici

Back to Top
Click to listen highlighted text!